Home » Visita il Parco » Sapori del Parco » Prodotti

Carne dell'Antola

Il territorio del Parco Antola ospita molti pascoli per diverse razze bovine il cui utilizzo principale è la macellazione. L'allevamento tradizionale prevede che le fattrici gravide trascorrano un periodo di sette – otto mesi di alpeggio (aprile – novembre nel quale avverranno le maggiori nascite dei vitelli) e di circa quattro mesi in stalla (dicembre – marzo), ovviamente dipendenti dalle condizioni meteorologiche e dalla quantità di foraggio disponibile.

Gli animali si nutrono del foraggio prodotto dal pascolo che si colloca prettamente all'interno di un'area protetta regionale, con il beneficio di un'alimentazione sana che dona un benessere ai capi adulti e ai vitellini che si nutrono del latte materno, e successivamente conferendogli un naturale svezzamento. Durante i mesi invernali vengono alimentati attraverso l'utilizzo di fieno e di mangime di alta qualità.
La metodologia e la cura con cui vengono allevati questi animali sono la garanzia di prodotto finale, la Carne dell'Antola, sano e naturale.


(foto di PR Antola)
Condividi su